14 febbraio la festa di San Valentino

Racconta la tradizione che Valentino, Vescovo di Terni, nel lontano 270 circa d.c. prima di essere arrestato ed ucciso da uno degli ultimi imperatori romani, fece riconcigliare nel giardino della sua chiesa, due innamorati litigiosi offrendo loro delle magnifiche rose pr0fumate. La tradizione racconta che il “miracolo” avvenne e che dopo la morte, per martirio, del vescovo divenuto santo, la Chiesa decise di istituire la festa di San Valentino come festa degli innamorati fissandone il giorno il 14 febbraio di ogni anno. La diffusione di questa ricorrenza fu portata dai Benedettini in Francia ed in Inghilterra dove si diffuse con rapidità. Nei secoli successivi si allargò a tutti i paesi del mondo, facendo anche nascere l’usanza dello scambio di “valentini”, biglietti di amore più o meno stilizzati che venivano scambiati fra gli innamorati alla data del 14 febbraio. Negli ultimi decenni l’espressione di tali sentimenti divenne sempre più complessa: ai rituali bigliettini subentrarono le cene, le scatole di cioccolatini, i mazzi di fiori e infine anche i viaggi, per comunicare a sè e al mondo che la festa di San Valentino è l’espressione più significativa della passione, della dedizione verso la persona che si ama.

tramonto sulla spiaggia

Richiedi maggiori info:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Richiesta

Domanda di sicurezza, scrivi il risultato: