Barcellona

Le città della Spagna (innumerevoli sono Patrimonio dell’Unesco e dell’Umanità) sono un percorso attraverso le più svariate culture e opere d’arte, che si sono succedute negli ultimi 2.500 anni su questa terra, lasciando una traccia indelebile nei monumenti, nei tessuti urbani, nel modo di vita e nell’arte della gastronomia: a questi Musei all’aperto, la Spagna ha saputo aggiungere quanto di più valido e interessante l’arte moderna e le nuove tecnologia hanno creato in questi ultimi cinquanta anni, quali reti moderne, capillari ed efficienti di trasporti urbani, Musei, Mostre, Manifestazioni culturali d’importanza mondiale.
Barcellona, seconda città della Spagna ma primo centro della Catalogna, è una metropoli affacciata sul mare che si contraddistingue per due anime diverse, quella catalana, tradizionalista, è la più spiccata; la Barcellona cosmopolita è invece quella sempre aperta alle tendenze straniere. Città  culturalmente vivace e protagonista di un vertiginoso progresso economico; il turista che la raggiunge scopre una città antica a moderna al tempo stesso.

Madrid

Madrid, capitale della Spagna, moderna metropoli ricca di monumenti, musei e splendidi palazzi è una città spumeggiante e allo stesso tempo tranquilla. Altra caratteristica è la vita che si incontra per le strade, una serie infinita di locali notturni nei quali si fa festa fino al mattino, come è d’abitudine tra gli spagnoli. Città moderna che offre aspetti culturali importanti, si pensi ai vari musei, tra i quali spicca il “Prado”, che da solo vale una visita.
Siviglia e l’Andalusia: Siviglia, quarta città della Spagna e capitale dell’Andalusia, sorge sulle rive del Guadalquivir. Il quartiere più tipico è il “Barrio De Sant Cruz”, contraddistinto da strade strette, case che si fronteggiano come guerrieri alti fino al cielo, balconi fioriti e griglie di ferro alle finestre molto caratteristiche. Il piatto forte è la cattedrale di Siviglia con la Giralda, si può salire sulla cima da dove si gode di una vista magnifica.
L’Andalusia, le regione più calda e passionale  della Spagna, punto d’incontro tra 2 mari, ha vissuto per la sua posizione geografica il susseguirsi di culture diverse che sono entrate nel continente nel corso dei secoli, viene infatti definita come la “porta d’Europa”.  Patria delle case bianche, dei fiori variopinti nei cortili, i profumi di agrumi e olio, il suono del Flamenco. Ci vivono più di sette milioni di abitanti distribuiti nelle bellissime e caratteristiche città di Almeria, Cadice, Cordoba, Granada, Huelva, Jaen, Malaga, Siviglia e Jerez de la Frontera.

Siviglia

Le coste Spagnole sono varie e articolate, ma, comunque molto diverse fra loro. Si passa dalle calette intercalate da ampie scogliere e promontori della Costa Brava a quelle ampie e sabbiose dalle foci dell’Ebro a Denia, dove il Cabo de Nao le divide da quella che da Alicante scendono oltre Cartagena. Qui tornano le piccole cale e le scogliere che dal Cabo de Gata scendono oltre Almeria.Oltre le spiagge ampie e sabbiose della costa del Sol fino a Malaga, Marbella ed Estepona raggiungendo Gibilterra con la rocca e la Punta di Tarifa che divide il Mediterraneo dall’Atlantico. Da qui, per oltre 200 chilometri quasi ininterrotte le spiagge Andaluse della Costa de la Luz che raggiungono Cadice, le foci del Guadalquivir e superando il Parco Naturale del Donana si spingono a Huelva e Ayamonte alla frontiera con l’Algarve Portoghese. Caratteristiche e uniche le spiagge della Cantabria da San Sebastian a la Coruna ampia, sabbiosa, dalle grandi maree dell’Atlantico, tranquille e raccolte. Poi, le coste del Finisterre, dai calanchi scavati nel granito dalla forza dell’oceano con piccole calette di sabbia rosata, che si stemperano in nuove spiagge sabbiose al confine col Portogallo del nord.
Noleggiate un’auto per raggiungere gli angoli più nascosti di questa terra e poi, se volete, concludete il vostro tour su una splendida spiaggia. Per questo proponiamo vari tour combinati individuali. Per un soggiorno particolare non dimenticate i Paradores, la maggior parte dei quali è stata ricavata dall’adattamento di antichi conventi, di castelli e di altre strutture di pregio dalle caratteristiche architettoniche particolari; tutti inseriti in contesti paesaggistici fra i più belli della Spagna, o nella altrettanto valide “Rusticae e Domus Selecta”.