ESTENSIONE DA PAPEETE ALLE ISOLE DELLA NUOVA CALEDONIA

Terza isola del Pacifico per superficie, dopo la Papua Nuova Guinea e la Nuova Zelanda, la Nuova Caledonia è situata a soli 1.500 chilometri a est dalle coste australiane, è il possedimento francese più sperduto.

Da un’estremità all’altra  che si estende su circa 500 chilometri, passando per l’arcipelago delle îles Loyauté, i paesaggi celano una diversità inattesa e impressionante. Come un’enorme spina dorsale, una catena montuosa divide la Grande Terre in due parti dalle caratteristiche ben distinte: a nord di Nouméa, la capitale,  lungo la costa occidentale si estendono vaste pianure, propizie all’allevamento. È lì che incontrerete i Broussard, questi “cowboy” del Pacifico, dal cuore di pionieri e dal temperamento vivace. La regione ospita anche spiagge favolose e, all’estremità settentrionale, una corona di isole dalle acque pescose e dalle rive languide. Più umida e più ripida, la costa orientale possiede una terra fertile ed esotica caratterizzata da vegetazione lussureggiante, valli verdeggianti e cascate rinfrescanti.
E cosa dire dell’isola dei Pini: un gioiello naturale, immacolata e strabiliante, la natura si estende a perdita d’occhio dalle spiagge deserte, costeggiate da piccoli sentieri ombreggiati da banani e dai pini colonnari. Dominata dal picco Nga (262 metri d’altezza),  emerge da una laguna le cui acque sono di un blu che quasi abbaglia la vista.
La Nuova Caledonia è la destinazione degli amanti della natura. In questi luoghi si contano 3.500 varietà di piante, i tre quarti delle quali sono endemiche, 4.300 specie di animali terrestri, 1.000 specie di pesci e 6.500 specie di invertebrati marini.

NUMEA
A sud-ovest, Nouméa, polmone economico che concentra popolazione e attività, è una città europea, in Melanesia. Le sue terrazze, i negozi di lusso e le sue spiagge ombreggiate dalle palme le conferiscono un’atmosfera da Costa Azzurra, mentre il suo ambiente disinvolto e la limpidezza del suo cielo ne fanno l’emblema dell’Oceania

Isola dei Pini
A circa venti minuti d’aereo a sud di Nouméa, questa terra concentra le bellezze del Pacifico a cominciare dalla dolcezza di vivere, emanata dal sorriso dei suoi abitanti e dalla loro abilità di non affrettare mai i tempi. “Perché misurarlo, non si fermerà mai” sembra vogliano farci capire.

Isola di Loyante
A est nella Grande Terre, le îles Loyauté formano la terza provincia della Nuova Caledonia. L’arcipelago conta tre grandi isole: Lifou (Drehu), Maré (Nengoné) e Ouvéa (Laaï) e una sorella minore, Tiga (Toka) La particolare formazione geologica di queste isole ha dato origine a incredibili rilievi, in particolare sulle coste dove blocchi di scogliere coralline, createsi negli anni, formano spettacolari falesie che si scontrano con l’impetuosità dell’oceano.
Lifou, antico atollo, ospita un ampio altopiano centrale orlato da una corona di falesie. Provincia più autentica, dove la popolazione è quasi interamente kanak, le îles Loyauté vivono al ritmo dei riti melanesiani. L’autorità dei capi tribù è ancora fortemente rispettata, i riti osservati e le tradizioni conservate. Per chi sa ascoltare, queste isole costituiscono il luogo perfetto per scoprire la realtà dell’organizzazione sociale kanak, ancora molto vivace,  la leggendaria ospitalità degli abitanti facilita gli scambi.

    

Clicca sulle foto qui sotto per scoprire le nostre offerte di viaggio